Nel 2020 abbiamo vissuto, e stiamo vivendo ancora adesso, la crisi più difficile dal dopoguerra, in quanto la pandemia a causa del Covid-19 ha coinvolto e messo in crisi la sanità, l’economia e tutto il mondo sociale, obbligandoci a cambiare improvvisamente il modo di vivere e di lavorare. Nel 2020 e soprattutto nel mese di marzo, quando è avvenuto il drawdown dei mercati finanziari con perdite degli indici azionari mondiali di oltre il 35%, l’attività del Wealth Manager si è rivelata preziosa per dominare l’ansia che in alcuni clienti, a causa anche della martellante comunicazione, stava prendendo il sopravvento inducendo scelte che avrebbero compromesso il patrimonio. Il rapporto di fiducia instaurato fra il cliente private ed il proprio Wealth Manager ha permesso di “cavalcare le onde” in modo da ottenere a fine anno un risultato positivo in termini di performance. Riflettendo in questi giorni mi vengono in mente tre parole e tre immagini che mi ricordano il 2020. Le tre parole che ho conosciuto ed imparato sono: • pandemia • lockdown • smart working Invece le tre immagini che rimarranno nel mio cuore sono: • l’infermiera sfinita che dorme sulla tastiera del pc • i mezzi militari dell’esercito che portano via le bare da Bergamo • la preghiera di Papa Francesco in una Piazza San Pietro deserta Il 2021 certamente sarà “sub iudice”, condizionato dall’andamento della pandemia e dal contestuale piano vaccinale per l’intera popolazione. Il 2021 sarà l’anno delle sfide! Dinanzi ad ogni sfida è fondamentale saper reagire, al fine di superare una situazione difficile e complessa come quella attuale. Le sfide alle quali saremo chiamati saranno: • il cambiamento vissuto come opportunità • una programmazione e progettazione strategica • una collaborazione intelligente fra uomo e macchina Il cambiamento può essere vissuto come una minaccia o come un’opportunità. Se si vive il cambiamento come una minaccia, le azioni successive si intendono come una necessità, invece se si è disponibili ad uscire dalla propria comfort zone, mettendosi in discussione, è possibile vivere il cambiamento come un’opportunità e di conseguenza come un miglioramento dello stato in cui ci si trova. Certamente siamo dinanzi ad una sfida da affrontare, dove chi oserà sarà l’architetto del proprio futuro. Nella vita di ogni giorno siamo presi dalle cose da fare e talvolta dedichiamo poco tempo a pensare. In questi mesi a causa anche del lockdown abbiamo avuto molto tempo per pensare e comprendere che oltre a porre in essere azioni tattiche per superare il momento attuale, necessita fare una pianificazione, attraverso una programmazione e progettazione strategica che tenga conto dei nuovi trend, per guardare al domani. Tre esempi di nuovi trend su tutti: • l’e-commerce • lo smart working • l’evoluzione della tecnologia L’e-commerce e lo smart working sono due fenomeni che fanno parte e faranno sempre più parte della nostra vita futura. L’evoluzione tecnologica comporterà una collaborazione intelligente fra uomo e macchina, nella quale l’uomo manterrà il ruolo guida, riscoprendo la sua millenaria funzione di pastore. Le opportunità finanziarie del 2021 Il 2020, per i mercati finanziari, considerando quanto scritto in precedenza, è finito nel migliore dei modi(MSCI World + 14%), soprattutto per l’impulso dei titoli tecnoligici, favoriti dalla rivoluzione digitale. Vi è stato un disallineamento fra l’andamento dell’economia reale ed i mercati finanziari, e le motivazioni possono essere molteplici. Sicuramente la prima motivazione è l’attività delle Banche Centrali che hanno tranquillizzato i mercati, immettendo enormi masse di liquidità e comunicando che sarebbero intervenute in ogni modo anche in futuro per tranquillizzare ancor di più i mercati. Inoltre i tassi negativi del mondo obbligazionario hanno comportato un’immissione di liquidità in investimenti a maggiore rischio e quindi nei mercati azionari alla ricerca di un rendimento. Il 2021 sarà un anno all’insegna delle opportunità e della volatilità. Per tutelare e proteggere il patrimonio nell’interesse della famiglia, ma anche per la società, è necessario pianificare una corretta diversificazione nel giusto orizzonte temporale, in relazione alle aspettative e alle esigenze del cliente. É il momento di riflettere sulla composizione del patrimonio, con un approccio olistico, per verificare se vi sono asset che risultano predominanti, quali ad esempio l’asset immobiliare o l’Azienda di famiglia. Oggi più che mai ci si è resi conto che una mancata diversificazione può compromettere la serenità familiare, nel momento in cui un fattore esogeno(come il Covid-19) mette in discussione la vita di un’Azienda che esiste anche da tanti anni. I mercati finanziari anticipano l’evoluzione dell’economia reale. Sicuramente la campagna di vaccinazione oramai avviata, che probabilmente porterà nel secondo semestre del 2021 alla vaccinazione della maggioranza della popolazione, procurando l’immunità di gregge tanto auspicata, sta creando un’aspettativa positiva sui mercati finanziari. Nella pianificazione di un portafoglio finanziario sarà opportuno riconoscere il giusto peso alla Cina, seconda economia mondiale, e privilegiare alcune scelte tematiche relative a trend di lungo periodo come i temi ambientali e climatici, la tecnologia e il farmaceutico. Avere aumentato in questi mesi il rischio nel portafoglio, acquistando azioni, ha comportato un buon rendimento, ma anche la consapevolezza di essere soggetti a rischi di scossoni più alti nei momenti di volatilità. L’opportunità di mantenere una parte in liquidità può essere utile per acquistare “buy on dips”, avendo prima compreso le motivazioni dell’eventuale storno. Alan Kay sosteneva: “il modo migliore per predire il futuro è inventarlo”. Il coraggio, la tenacia e la passione faranno la differenza per superare le sfide e cogliere le opportunità alle quali saremo chiamati

Nel 2020 abbiamo vissuto, e stiamo vivendo ancora adesso, la crisi più difficile dal dopoguerra, in quanto la pandemia a causa del Covid-19 ha coinvolto e messo in crisi la sanità, l’economia e tutto il mondo sociale, obbligandoci a cambiare improvvisamente il modo di vivere e di lavorare.

Nel 2020 e soprattutto nel mese di marzo, quando è avvenuto il drawdown dei mercati finanziari con perdite degli indici azionari mondiali di oltre il 35%, l’attività del Wealth Manager si è rivelata preziosa per dominare l’ansia che in alcuni clienti, a causa anche della martellante comunicazione, stava prendendo il sopravvento inducendo scelte che avrebbero compromesso il patrimonio.

Il rapporto di fiducia instaurato fra il cliente private ed il proprio Wealth Manager ha permesso di “cavalcare le onde” in modo da ottenere a fine anno un risultato positivo in termini di performance.

Riflettendo in questi giorni mi vengono in mente tre parole e tre immagini che mi ricordano il 2020.

Le tre parole che ho conosciuto ed imparato sono:

  •  pandemia
  •  lockdown
  •  smart working

Invece le tre immagini che rimarranno nel mio cuore sono:

  •  l’infermiera sfinita che dorme sulla tastiera del pc
  •  i mezzi militari dell’esercito che portano via le bare da Bergamo
  •  la preghiera di Papa Francesco in una Piazza San Pietro deserta

Il 2021 certamente sarà “sub iudice”, condizionato dall’andamento della pandemia e dal contestuale piano vaccinale per l’intera popolazione.

Il 2021 sarà l’anno delle sfide!

Dinanzi ad ogni sfida è fondamentale saper reagire, al fine di superare una situazione difficile e complessa come quella attuale.

Le sfide alle quali saremo chiamati saranno:

  • il cambiamento vissuto come opportunità
  • una programmazione e progettazione strategica
  • una collaborazione intelligente fra uomo e macchina

Il cambiamento può essere vissuto come una minaccia o come un’opportunità. Se si vive il cambiamento come una minaccia, le azioni successive si intendono come una necessità, invece se si è disponibili ad uscire dalla propria comfort zone, mettendosi in discussione, è possibile vivere il cambiamento come un’opportunità e di conseguenza come un miglioramento dello stato in cui ci si trova.

Certamente siamo dinanzi ad una sfida da affrontare, dove chi oserà sarà l’architetto del proprio futuro.

Nella vita di ogni giorno siamo presi dalle cose da fare e talvolta dedichiamo poco tempo a pensare.

In questi mesi a causa anche del lockdown abbiamo avuto molto tempo per pensare e comprendere che oltre a porre in essere azioni tattiche per superare il momento attuale, necessita fare una pianificazione, attraverso una programmazione e progettazione strategica che tenga conto dei nuovi trend, per guardare al domani.

Tre esempi di nuovi trend su tutti:

  •  l’e-commerce
  •  lo smart working
  •  l’evoluzione della tecnologia

L’e-commerce e lo smart working sono due fenomeni che fanno parte e faranno sempre più parte della nostra vita futura.

L’evoluzione tecnologica comporterà una collaborazione intelligente fra uomo e macchina, nella quale l’uomo manterrà il ruolo guida, riscoprendo la sua millenaria funzione di pastore.

Le opportunità finanziarie del 2021.

Il 2020, per i mercati finanziari, considerando quanto scritto in precedenza, è finito nel migliore dei modi(MSCI World + 14%), soprattutto per l’impulso dei titoli tecnoligici, favoriti dalla rivoluzione digitale.

Vi è stato un disallineamento fra l’andamento dell’economia reale ed i mercati finanziari, e le motivazioni possono essere molteplici.

Sicuramente la prima motivazione è l’attività delle Banche Centrali che hanno tranquillizzato i mercati, immettendo enormi masse di liquidità e comunicando che sarebbero intervenute in ogni modo anche in futuro per tranquillizzare ancor di più i mercati. Inoltre i tassi negativi del mondo obbligazionario hanno comportato un’immissione di liquidità in investimenti a maggiore rischio e quindi nei mercati azionari alla ricerca di un rendimento.

Il 2021 sarà un anno all’insegna delle opportunità e della volatilità.

Per tutelare e proteggere il patrimonio nell’interesse della famiglia, ma anche per la società, è necessario pianificare una corretta diversificazione nel giusto orizzonte temporale, in relazione alle aspettative e alle esigenze del cliente.

É il momento di riflettere sulla composizione del patrimonio, con un approccio olistico, per verificare se vi sono asset che risultano predominanti, quali ad esempio l’asset immobiliare o l’Azienda di famiglia.

Oggi più che mai ci si è resi conto che una mancata diversificazione può compromettere la serenità familiare, nel momento in cui un fattore esogeno(come il Covid-19) mette in discussione la vita di un’Azienda che esiste anche da tanti anni.

I mercati finanziari anticipano l’evoluzione dell’economia reale.

Sicuramente la campagna di vaccinazione oramai avviata, che probabilmente porterà nel secondo semestre del 2021 alla vaccinazione della maggioranza della popolazione, procurando l’immunità di gregge tanto auspicata, sta creando un’aspettativa positiva sui mercati finanziari.

Nella pianificazione di un portafoglio finanziario sarà opportuno riconoscere il giusto peso alla Cina, seconda economia mondiale, e privilegiare alcune scelte tematiche relative a trend di lungo periodo come i temi ambientali e climatici, la tecnologia e il farmaceutico.

Avere aumentato in questi mesi il rischio nel portafoglio, acquistando azioni, ha comportato un buon rendimento, ma anche la consapevolezza di essere soggetti a rischi di scossoni più alti nei momenti di volatilità.

L’opportunità di mantenere una parte in liquidità può essere utile per acquistare “buy on dips”, avendo prima compreso le motivazioni dell’eventuale storno.

Alan Kay sosteneva: “Il modo migliore per predire il futuro è inventarlo”.

Il coraggio, la tenacia e la passione faranno la differenza per superare le sfide e cogliere le opportunità alle quali saremo chiamati.

Hai trovato interessante questo articolo?

Vuoi approfondire l’argomento in consulenza? Contattami, prendiamo un appuntamento.

Nel 2020 abbiamo vissuto, e stiamo vivendo ancora adesso, la crisi più difficile dal dopoguerra, in quanto la pandemia a causa del Covid-19 ha coinvolto e messo in crisi la sanità, l’economia e tutto il mondo sociale, obbligandoci a cambiare improvvisamente il modo di vivere e di lavorare. Nel 2020 e soprattutto nel mese di marzo, quando è avvenuto il drawdown dei mercati finanziari con perdite degli indici azionari mondiali di oltre il 35%, l’attività del Wealth Manager si è rivelata preziosa per dominare l’ansia che in alcuni clienti, a causa anche della martellante comunicazione, stava prendendo il sopravvento inducendo scelte che avrebbero compromesso il patrimonio. Il rapporto di fiducia instaurato fra il cliente private ed il proprio Wealth Manager ha permesso di “cavalcare le onde” in modo da ottenere a fine anno un risultato positivo in termini di performance. Riflettendo in questi giorni mi vengono in mente tre parole e tre immagini che mi ricordano il 2020. Le tre parole che ho conosciuto ed imparato sono: • pandemia • lockdown • smart working Invece le tre immagini che rimarranno nel mio cuore sono: • l’infermiera sfinita che dorme sulla tastiera del pc • i mezzi militari dell’esercito che portano via le bare da Bergamo • la preghiera di Papa Francesco in una Piazza San Pietro deserta Il 2021 certamente sarà “sub iudice”, condizionato dall’andamento della pandemia e dal contestuale piano vaccinale per l’intera popolazione. Il 2021 sarà l’anno delle sfide! Dinanzi ad ogni sfida è fondamentale saper reagire, al fine di superare una situazione difficile e complessa come quella attuale. Le sfide alle quali saremo chiamati saranno: • il cambiamento vissuto come opportunità • una programmazione e progettazione strategica • una collaborazione intelligente fra uomo e macchina Il cambiamento può essere vissuto come una minaccia o come un’opportunità. Se si vive il cambiamento come una minaccia, le azioni successive si intendono come una necessità, invece se si è disponibili ad uscire dalla propria comfort zone, mettendosi in discussione, è possibile vivere il cambiamento come un’opportunità e di conseguenza come un miglioramento dello stato in cui ci si trova. Certamente siamo dinanzi ad una sfida da affrontare, dove chi oserà sarà l’architetto del proprio futuro. Nella vita di ogni giorno siamo presi dalle cose da fare e talvolta dedichiamo poco tempo a pensare. In questi mesi a causa anche del lockdown abbiamo avuto molto tempo per pensare e comprendere che oltre a porre in essere azioni tattiche per superare il momento attuale, necessita fare una pianificazione, attraverso una programmazione e progettazione strategica che tenga conto dei nuovi trend, per guardare al domani. Tre esempi di nuovi trend su tutti: • l’e-commerce • lo smart working • l’evoluzione della tecnologia L’e-commerce e lo smart working sono due fenomeni che fanno parte e faranno sempre più parte della nostra vita futura. L’evoluzione tecnologica comporterà una collaborazione intelligente fra uomo e macchina, nella quale l’uomo manterrà il ruolo guida, riscoprendo la sua millenaria funzione di pastore. Le opportunità finanziarie del 2021 Il 2020, per i mercati finanziari, considerando quanto scritto in precedenza, è finito nel migliore dei modi(MSCI World + 14%), soprattutto per l’impulso dei titoli tecnoligici, favoriti dalla rivoluzione digitale. Vi è stato un disallineamento fra l’andamento dell’economia reale ed i mercati finanziari, e le motivazioni possono essere molteplici. Sicuramente la prima motivazione è l’attività delle Banche Centrali che hanno tranquillizzato i mercati, immettendo enormi masse di liquidità e comunicando che sarebbero intervenute in ogni modo anche in futuro per tranquillizzare ancor di più i mercati. Inoltre i tassi negativi del mondo obbligazionario hanno comportato un’immissione di liquidità in investimenti a maggiore rischio e quindi nei mercati azionari alla ricerca di un rendimento. Il 2021 sarà un anno all’insegna delle opportunità e della volatilità. Per tutelare e proteggere il patrimonio nell’interesse della famiglia, ma anche per la società, è necessario pianificare una corretta diversificazione nel giusto orizzonte temporale, in relazione alle aspettative e alle esigenze del cliente. É il momento di riflettere sulla composizione del patrimonio, con un approccio olistico, per verificare se vi sono asset che risultano predominanti, quali ad esempio l’asset immobiliare o l’Azienda di famiglia. Oggi più che mai ci si è resi conto che una mancata diversificazione può compromettere la serenità familiare, nel momento in cui un fattore esogeno(come il Covid-19) mette in discussione la vita di un’Azienda che esiste anche da tanti anni. I mercati finanziari anticipano l’evoluzione dell’economia reale. Sicuramente la campagna di vaccinazione oramai avviata, che probabilmente porterà nel secondo semestre del 2021 alla vaccinazione della maggioranza della popolazione, procurando l’immunità di gregge tanto auspicata, sta creando un’aspettativa positiva sui mercati finanziari. Nella pianificazione di un portafoglio finanziario sarà opportuno riconoscere il giusto peso alla Cina, seconda economia mondiale, e privilegiare alcune scelte tematiche relative a trend di lungo periodo come i temi ambientali e climatici, la tecnologia e il farmaceutico. Avere aumentato in questi mesi il rischio nel portafoglio, acquistando azioni, ha comportato un buon rendimento, ma anche la consapevolezza di essere soggetti a rischi di scossoni più alti nei momenti di volatilità. L’opportunità di mantenere una parte in liquidità può essere utile per acquistare “buy on dips”, avendo prima compreso le motivazioni dell’eventuale storno. Alan Kay sosteneva: “il modo migliore per predire il futuro è inventarlo”. Il coraggio, la tenacia e la passione faranno la differenza per superare le sfide e cogliere le opportunità alle quali saremo chiamati
Nel 2020 abbiamo vissuto, e stiamo vivendo ancora adesso, la crisi più difficile dal dopoguerra, in quanto la pandemia a causa del Covid-19 ha coinvolto e messo in crisi la sanità, l’economia e tutto il mondo sociale, obbligandoci a cambiare improvvisamente il modo di vivere e di lavorare. Nel 2020 e soprattutto nel mese di marzo, quando è avvenuto il drawdown dei mercati finanziari con perdite degli indici azionari mondiali di oltre il 35%, l’attività del Wealth Manager si è rivelata preziosa per dominare l’ansia che in alcuni clienti, a causa anche della martellante comunicazione, stava prendendo il sopravvento inducendo scelte che avrebbero compromesso il patrimonio. Il rapporto di fiducia instaurato fra il cliente private ed il proprio Wealth Manager ha permesso di “cavalcare le onde” in modo da ottenere a fine anno un risultato positivo in termini di performance. Riflettendo in questi giorni mi vengono in mente tre parole e tre immagini che mi ricordano il 2020. Le tre parole che ho conosciuto ed imparato sono: • pandemia • lockdown • smart working Invece le tre immagini che rimarranno nel mio cuore sono: • l’infermiera sfinita che dorme sulla tastiera del pc • i mezzi militari dell’esercito che portano via le bare da Bergamo • la preghiera di Papa Francesco in una Piazza San Pietro deserta Il 2021 certamente sarà “sub iudice”, condizionato dall’andamento della pandemia e dal contestuale piano vaccinale per l’intera popolazione. Il 2021 sarà l’anno delle sfide! Dinanzi ad ogni sfida è fondamentale saper reagire, al fine di superare una situazione difficile e complessa come quella attuale. Le sfide alle quali saremo chiamati saranno: • il cambiamento vissuto come opportunità • una programmazione e progettazione strategica • una collaborazione intelligente fra uomo e macchina Il cambiamento può essere vissuto come una minaccia o come un’opportunità. Se si vive il cambiamento come una minaccia, le azioni successive si intendono come una necessità, invece se si è disponibili ad uscire dalla propria comfort zone, mettendosi in discussione, è possibile vivere il cambiamento come un’opportunità e di conseguenza come un miglioramento dello stato in cui ci si trova. Certamente siamo dinanzi ad una sfida da affrontare, dove chi oserà sarà l’architetto del proprio futuro. Nella vita di ogni giorno siamo presi dalle cose da fare e talvolta dedichiamo poco tempo a pensare. In questi mesi a causa anche del lockdown abbiamo avuto molto tempo per pensare e comprendere che oltre a porre in essere azioni tattiche per superare il momento attuale, necessita fare una pianificazione, attraverso una programmazione e progettazione strategica che tenga conto dei nuovi trend, per guardare al domani. Tre esempi di nuovi trend su tutti: • l’e-commerce • lo smart working • l’evoluzione della tecnologia L’e-commerce e lo smart working sono due fenomeni che fanno parte e faranno sempre più parte della nostra vita futura. L’evoluzione tecnologica comporterà una collaborazione intelligente fra uomo e macchina, nella quale l’uomo manterrà il ruolo guida, riscoprendo la sua millenaria funzione di pastore. Le opportunità finanziarie del 2021 Il 2020, per i mercati finanziari, considerando quanto scritto in precedenza, è finito nel migliore dei modi(MSCI World + 14%), soprattutto per l’impulso dei titoli tecnoligici, favoriti dalla rivoluzione digitale. Vi è stato un disallineamento fra l’andamento dell’economia reale ed i mercati finanziari, e le motivazioni possono essere molteplici. Sicuramente la prima motivazione è l’attività delle Banche Centrali che hanno tranquillizzato i mercati, immettendo enormi masse di liquidità e comunicando che sarebbero intervenute in ogni modo anche in futuro per tranquillizzare ancor di più i mercati. Inoltre i tassi negativi del mondo obbligazionario hanno comportato un’immissione di liquidità in investimenti a maggiore rischio e quindi nei mercati azionari alla ricerca di un rendimento. Il 2021 sarà un anno all’insegna delle opportunità e della volatilità. Per tutelare e proteggere il patrimonio nell’interesse della famiglia, ma anche per la società, è necessario pianificare una corretta diversificazione nel giusto orizzonte temporale, in relazione alle aspettative e alle esigenze del cliente. É il momento di riflettere sulla composizione del patrimonio, con un approccio olistico, per verificare se vi sono asset che risultano predominanti, quali ad esempio l’asset immobiliare o l’Azienda di famiglia. Oggi più che mai ci si è resi conto che una mancata diversificazione può compromettere la serenità familiare, nel momento in cui un fattore esogeno(come il Covid-19) mette in discussione la vita di un’Azienda che esiste anche da tanti anni. I mercati finanziari anticipano l’evoluzione dell’economia reale. Sicuramente la campagna di vaccinazione oramai avviata, che probabilmente porterà nel secondo semestre del 2021 alla vaccinazione della maggioranza della popolazione, procurando l’immunità di gregge tanto auspicata, sta creando un’aspettativa positiva sui mercati finanziari. Nella pianificazione di un portafoglio finanziario sarà opportuno riconoscere il giusto peso alla Cina, seconda economia mondiale, e privilegiare alcune scelte tematiche relative a trend di lungo periodo come i temi ambientali e climatici, la tecnologia e il farmaceutico. Avere aumentato in questi mesi il rischio nel portafoglio, acquistando azioni, ha comportato un buon rendimento, ma anche la consapevolezza di essere soggetti a rischi di scossoni più alti nei momenti di volatilità. L’opportunità di mantenere una parte in liquidità può essere utile per acquistare “buy on dips”, avendo prima compreso le motivazioni dell’eventuale storno. Alan Kay sosteneva: “il modo migliore per predire il futuro è inventarlo”. Il coraggio, la tenacia e la passione faranno la differenza per superare le sfide e cogliere le opportunità alle quali saremo chiamati
Nel 2020 abbiamo vissuto, e stiamo vivendo ancora adesso, la crisi più difficile dal dopoguerra, in quanto la pandemia a causa del Covid-19 ha coinvolto e messo in crisi la sanità, l’economia e tutto il mondo sociale, obbligandoci a cambiare improvvisamente il modo di vivere e di lavorare. Nel 2020 e soprattutto nel mese di marzo, quando è avvenuto il drawdown dei mercati finanziari con perdite degli indici azionari mondiali di oltre il 35%, l’attività del Wealth Manager si è rivelata preziosa per dominare l’ansia che in alcuni clienti, a causa anche della martellante comunicazione, stava prendendo il sopravvento inducendo scelte che avrebbero compromesso il patrimonio. Il rapporto di fiducia instaurato fra il cliente private ed il proprio Wealth Manager ha permesso di “cavalcare le onde” in modo da ottenere a fine anno un risultato positivo in termini di performance. Riflettendo in questi giorni mi vengono in mente tre parole e tre immagini che mi ricordano il 2020. Le tre parole che ho conosciuto ed imparato sono: • pandemia • lockdown • smart working Invece le tre immagini che rimarranno nel mio cuore sono: • l’infermiera sfinita che dorme sulla tastiera del pc • i mezzi militari dell’esercito che portano via le bare da Bergamo • la preghiera di Papa Francesco in una Piazza San Pietro deserta Il 2021 certamente sarà “sub iudice”, condizionato dall’andamento della pandemia e dal contestuale piano vaccinale per l’intera popolazione. Il 2021 sarà l’anno delle sfide! Dinanzi ad ogni sfida è fondamentale saper reagire, al fine di superare una situazione difficile e complessa come quella attuale. Le sfide alle quali saremo chiamati saranno: • il cambiamento vissuto come opportunità • una programmazione e progettazione strategica • una collaborazione intelligente fra uomo e macchina Il cambiamento può essere vissuto come una minaccia o come un’opportunità. Se si vive il cambiamento come una minaccia, le azioni successive si intendono come una necessità, invece se si è disponibili ad uscire dalla propria comfort zone, mettendosi in discussione, è possibile vivere il cambiamento come un’opportunità e di conseguenza come un miglioramento dello stato in cui ci si trova. Certamente siamo dinanzi ad una sfida da affrontare, dove chi oserà sarà l’architetto del proprio futuro. Nella vita di ogni giorno siamo presi dalle cose da fare e talvolta dedichiamo poco tempo a pensare. In questi mesi a causa anche del lockdown abbiamo avuto molto tempo per pensare e comprendere che oltre a porre in essere azioni tattiche per superare il momento attuale, necessita fare una pianificazione, attraverso una programmazione e progettazione strategica che tenga conto dei nuovi trend, per guardare al domani. Tre esempi di nuovi trend su tutti: • l’e-commerce • lo smart working • l’evoluzione della tecnologia L’e-commerce e lo smart working sono due fenomeni che fanno parte e faranno sempre più parte della nostra vita futura. L’evoluzione tecnologica comporterà una collaborazione intelligente fra uomo e macchina, nella quale l’uomo manterrà il ruolo guida, riscoprendo la sua millenaria funzione di pastore. Le opportunità finanziarie del 2021 Il 2020, per i mercati finanziari, considerando quanto scritto in precedenza, è finito nel migliore dei modi(MSCI World + 14%), soprattutto per l’impulso dei titoli tecnoligici, favoriti dalla rivoluzione digitale. Vi è stato un disallineamento fra l’andamento dell’economia reale ed i mercati finanziari, e le motivazioni possono essere molteplici. Sicuramente la prima motivazione è l’attività delle Banche Centrali che hanno tranquillizzato i mercati, immettendo enormi masse di liquidità e comunicando che sarebbero intervenute in ogni modo anche in futuro per tranquillizzare ancor di più i mercati. Inoltre i tassi negativi del mondo obbligazionario hanno comportato un’immissione di liquidità in investimenti a maggiore rischio e quindi nei mercati azionari alla ricerca di un rendimento. Il 2021 sarà un anno all’insegna delle opportunità e della volatilità. Per tutelare e proteggere il patrimonio nell’interesse della famiglia, ma anche per la società, è necessario pianificare una corretta diversificazione nel giusto orizzonte temporale, in relazione alle aspettative e alle esigenze del cliente. É il momento di riflettere sulla composizione del patrimonio, con un approccio olistico, per verificare se vi sono asset che risultano predominanti, quali ad esempio l’asset immobiliare o l’Azienda di famiglia. Oggi più che mai ci si è resi conto che una mancata diversificazione può compromettere la serenità familiare, nel momento in cui un fattore esogeno(come il Covid-19) mette in discussione la vita di un’Azienda che esiste anche da tanti anni. I mercati finanziari anticipano l’evoluzione dell’economia reale. Sicuramente la campagna di vaccinazione oramai avviata, che probabilmente porterà nel secondo semestre del 2021 alla vaccinazione della maggioranza della popolazione, procurando l’immunità di gregge tanto auspicata, sta creando un’aspettativa positiva sui mercati finanziari. Nella pianificazione di un portafoglio finanziario sarà opportuno riconoscere il giusto peso alla Cina, seconda economia mondiale, e privilegiare alcune scelte tematiche relative a trend di lungo periodo come i temi ambientali e climatici, la tecnologia e il farmaceutico. Avere aumentato in questi mesi il rischio nel portafoglio, acquistando azioni, ha comportato un buon rendimento, ma anche la consapevolezza di essere soggetti a rischi di scossoni più alti nei momenti di volatilità. L’opportunità di mantenere una parte in liquidità può essere utile per acquistare “buy on dips”, avendo prima compreso le motivazioni dell’eventuale storno. Alan Kay sosteneva: “il modo migliore per predire il futuro è inventarlo”. Il coraggio, la tenacia e la passione faranno la differenza per superare le sfide e cogliere le opportunità alle quali saremo chiamati
Share This